LE ATTIVITA' - Panglos

PHONE LIGHT
Vai ai contenuti

LE ATTIVITA'



         
Le attività sono articolate nelle seguenti fasi di lavoro:
Incontro iniziale del progetto:
il  meeting iniziale del progetto coinvolgerà un referente di ogni  organizzazione partner con l'obiettivo di decidere il piano di lavoro di  lavoro.
Creazione e aggiornamento del sito:
il  Sito Internet base verrà progettato nel primo mese di attività e  successivamente implementato durante tutto il progetto. Avrà molteplici  funzioni: comunicazione tra i partner e gli attori coinvolti nella  sperimentazione, disseminazione, formazione a distanza, database.
Disseminazione continua, aggiornamento e controllo dello stato di avanzamento e della qualità del progetto:
questa  fase prevede il coinvolgimento di un membro di ogni partner che avrà il  compito di tenersi in costante contatto con il coordinatore del  progetto, fornendo al proprio team un rapporto sullo stato di  avanzamento mensile. Tale attività avrà lo scopo di fornire tutte le  informazioni necessarie per il controllo di qualità e per il  monitoraggio dello stato di avanzamento delle attività, nonché per la  raccolta delle informazioni che verranno rese disponibili ad utenti  esterni durante i 18 mesi della durata del progetto (disseminazione  continua). L'obiettivo sarà quello di disseminare il progetto verso due  categorie principali di utenti: istituti ed organizzazioni operanti nel  settore della formazione di piccole e medie imprese; singole PMI del  settore manifatturiero ed associazioni di PMI che potrebbero essere  potenziali beneficiari del progetto.
Definizione di capacità comunicative:
questa  fase parte da un'analisi delle esistenti scale linguistiche con  l'obiettivo di definire un sistema esaustivo per la classificazione  delle conoscenze linguistiche personali in termini di reali capacità  comunicative (CSL - Communication Skill Level).
Analisi esigenze comunicative delle PMI:
una  volta definito il CSL, si punta a fissare il livello di competenze  linguistiche necessario all'azienda per lo svolgimento delle singole  attività.
Definizione delle criticità e delle priorità formative:
al  fine di valutare le "priorità formative" per ogni singola risorsa  bisogna sviluppare un sistema di misurazione delle "criticità" delle  funzioni gestite da ogni risorsa. Incrociando i dati relativi ai  fabbisogni linguistici, alle criticità e all'attuale CSL, si possono  individuare le "priorità formative".
Valutazione dei candidati (CSL attuale):
al  fine di stabilire il presente CSL, i candidati saranno valutati in  situazioni reali. Mentre la grammatica, il vocabolario, e le capacità di  comprensione di un testo possono essere valutate tramite un sistema di  audit on-line, le competenze linguistiche  possono essere giudicate solo  da un esaminatore tramite un'intervista. Questo step del progetto mira  dunque alla definizione e allo sviluppo di queste procedure e strumenti  di valutazione.
Standardizzazione della valutazione:
in  questa fase i criteri di intervista vengono standardizzati fra tutti i  partner e vengono inoltre definiti i materiali e i programmi formativi.
Percorsi formativi:
una  volta terminata la fase di raccolta dei dati, verrà sviluppato un  sistema per il calcolo degli interventi formativi in termini di tempo e  costo.
Database e procedure formali:
 i dati emersi riguardo ai candidati e alle aziende verranno  inseriti  in un Database che elaborerà i risultati e al quale ogni azienda potrà  accedere solo tramite password.
Sperimentazione:
La sperimentazione sarà suddivisa nelle seguenti fasi:
  1. Ogni partner partecipante a questa fase identificherà almeno cinque  imprese del settore manifatturiero che saranno coinvolte nella  sperimentazione del sistema.
  2. Sarà effettuata un'analisi di ogni singola impresa per  determinare i fabbisogni di comunicazione legati ad ogni profilo  professionale e le relative criticità legate ad ogni funzione, sulla  base dei processi e dell'organizzazione dell'impresa stessa.
  3. Sarà effettuata la valutazione del livello di abilità  registrato sulla base della scala CSL applicata ai lavoratori  selezionati in ogni impresa.
  4. Verranno create delle regole e sviluppati dei metodi allo scopo  di elaborare il programma di formazione richiesto e di effettuare  un'analisi costi/benefici basata sui risultati attesi dall'investimento  nei suddetti programmi.

Disseminazione dei risultati:
la  diffusione finale avverrà in ogni paese dei partner coinvolti  attraverso la divulgazione dei prodotti del progetto. Ogni paese  organizzerà una conferenza stampa in cui saranno invitati giornalisti ed  i rappresentanti dalle associazioni di impresa, dalle organizzazioni di  sviluppo e dagli istituti nazionali della formazione professionale.
     
               
 

Torna ai contenuti